ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione, Letta a Parigi: "non illudetevi che migliori con l'inverno"

Lettura in corso:

Immigrazione, Letta a Parigi: "non illudetevi che migliori con l'inverno"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sbarchi continui lasciano l’Italia e adesso anche l’Europa con il fiato corto: mentre il Presidente del Consiglio è a Parigi sulla via del ritorno da Bruxelles, in Sicilia ci si chiede quale sarà l’effetto concreto degli annunci seguiti al vertice europeo di ieri. E soprattutto, quando.

La giornata si è aperta con altri 137 migranti soccorsi in mare, per un totale di quasi un migliaio in tre giorni.

A Parigi, alla Sorbona, Enrico Letta è tornato a sottolineare che si tratta di un problema europeo, non solo italiano. E che non bisogna illudersi che si fermi con l’arrivo dell’inverno.

“L’ho detto con chiarezza ieri al Consiglio Europeo – ha riferito Letta agli studenti, in francese -: non illudetevi che con l’arrivo dell’inverno le cose cambino. Perché se le persone fuggono da Stati che sono falliti, da paesi dove non c‘è democrazia, da luoghi dove ci sono persecuzioni e terrorismo, queste persone fuggiranno con il bello e con il cattivo tempo, e le tragedie si ripeteranno”.

Letta era uscito soddisfatto dal vertice di Bruxelles, perché sull’immigrazione, aveva sottolineato, l’Europa ha finalmente imboccato la strada della “solidarietà e della condivisione delle responsabilità”. Ma è solo a dicembre che l’Europa deciderà le misure concrete per il Mediterraneo, e il timore è proprio che con il venir meno della pressione mediatica alcuni Paesi finiscano per dimenticare il tema.