ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ipo di Twitter, prezzo iniziale all'insegna della prudenza

Lettura in corso:

Ipo di Twitter, prezzo iniziale all'insegna della prudenza

Dimensioni di testo Aa Aa

A Twitter piace cinguettare ma, per il suo attesissimo sbarco sui listini, ha deciso di volare basso.

Il fenomeno dei social media ha fissato ad una forchetta tra i 17 e i 20 dollari il prezzo iniziale delle azioni.

L’offerta alla Borsa di New York, che interesserà il 13% della società (70 milioni di titoli), potrebbe arrivare così a totalizzare 1 miliardo e 600 milioni di dollari. E valutarla, a livello totale, a oltre 11 miliardi.

Molto meno, cioè, di quanto ipotizzato dagli analisti. Prudenza eccessiva o giustificata?

La prima ipotesi è suggerita dalla storia del “fratello maggiore” Facebook, che oggi vale 128 miliardi di dollari ma che, durante la sua discesa in campo, fallì clamorosamente la prova vedendo sprofondare il suo valore.

La seconda ipotesi ha più a che fare con i bilanci di Twitter: il fatturato è sì raddoppiato nel terzo trimestre, ma, nonostante i nuovi canali pubblicitari, l’azienda è ancora in perdita.

Il roadshow di due settimane comincerà il prossimo lunedì negli Usa, al termine del quale l’azienda potrebbe decidere di alzare la forchetta se percepirà un certo interesse degli investitori.

Il 6 di novembre dovrebbe fissare il target di prezzo finale e, già dal giorno successivo, le azioni potrebbero fare il loro ingresso sui listini.