ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Datagate "risparmia" il presidente indiano che non ha mail nè telefono cellulare

Lettura in corso:

Il Datagate "risparmia" il presidente indiano che non ha mail nè telefono cellulare

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Datagate impazza. 35 leader mondiali sarebbero stati spiati dall’Agenzia di sicurezza statunitense, ma c‘è chi, per scelte e abitudini personali, sfugge a ogni controllo. E’ il caso del presidente dell’India Singh che non possiede un cellulare personale e neanche un indirizzo mail e che per questo sarebbe passato indenne “attraverso le maglie” approntate dagli “spioni” USA.

Il portavoce dell’81enne presidente indiano ha confermato le rivelazioni apparse sul quotidiano britannico Guardian: “Effettivamente Singh non usa il cellulare e non ha un indirizzo personale mail. L’ufficio di presidenza naturalmente ne ha uno. Ma lui no. Non c‘è quindi da essere preoccupati”.

L’allergia per le nuove tecnologie ha permesso a Singh di salvaguardare la privacy che altri leaders meno accorti hanno visto invece violata