ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dna conferma, la piccola trovata in Grecia è figlia di una coppia bulgara

Lettura in corso:

Dna conferma, la piccola trovata in Grecia è figlia di una coppia bulgara

Dimensioni di testo Aa Aa

I risultati delle analisi del Dna confermano. Sasha e Atanas Russev sono i genitori biologici della piccola di quattro anni ritrovata la settimana scorsa in un campo rom in Grecia.

La coppia vive in Bulgaria, nella cittâ di Nokolaevo, a una trentina di chilometri dalla capitale Sofia. La nonna della bambina spiega cosi l’accaduto:

“La madre ha lasciato la piccola in cambio di 140 dollari, i soldi che le servivano per comprare un biglietto per lei e gli altri bambini e tornare a casa. Ha sempre pianto per quella figlia lasciata in Grecia, ma non aveva i soldi per tornare a prendersela. Ha dovuto comprare medicine e cibo per i bambini e i soldi non erano abbastanza”.

I genitori della bambina hanno altri 9 figli, tra i 2 e i 20 anni, e tutti vivono in condizioni di estrema povertà. Il clamore mediatico della vicenda ha spinto a intervenire anche i servizi sociali bulgari.

“Daremo un sostegno alla piccola, forse verrà accolta in un Centro d’emergenza o affidata a una casa famiglia, e in un secondo momento verrà mandata a una famiglia”.

In Grecia intanto, la coppia di rom presso cui la bambina è stata ritrovata, resta in prigione, in attesa di un processo per sottrazione di minore.