ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi azzera il Pdl, Alfano diserta l'ufficio di presidenza

Lettura in corso:

Berlusconi azzera il Pdl, Alfano diserta l'ufficio di presidenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Berlusconi decreta la fine del Pdl e il ritorno a Forza Italia. L’ufficio di presidenza del partito ha sospeso tutte le cariche assegnando pieni poteri al Cavaliere.

Non hanno preso parte all’incontro il vice premier, Angelino Alfano, e l’ala filo-governativa del partito. Assenze che testimoniano la spaccatura tra le due anime del centrodestra italiano. Anche, se a parole, entrambe le parti fanno appello all’unità e confermano l’appoggio al governo Letta. Per Berlusconi si tratta solo di incomprensioni che saranno sanate.

“Il problema non è il nome del partito – spiega Fabrizio Cicchitto, parlamentare vicino all’ala filo-governativa – Un partito come Forza Italia deve contare sulla leadership di Berlusconi, ma anche sulla guida politica innovatrice di Angelino Alfano”.

L’ex delfino non azzarda lo strappo e si dice soddisfatto delle parole del Cavaliere. Ma in realtà, i filo governativi si preparano a quella che ritengono sia la vera battaglia: il Consiglio nazionale del prossimo 8 dicembre.