ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sharif a Obama: "basta coi droni in Pakistan"

Lettura in corso:

Sharif a Obama: "basta coi droni in Pakistan"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le relazioni si erano piuttosto raffreddate in seguito al blitz che portò all’uccisione di Osama Bin Laden in pieno territorio pachistano, nel 2011, ma ora appaiono in miglioramento.

Tra Pakistan e Stati Uniti, però, c‘è un’altra questione di attrito: quella dei civili uccisi dai droni.

“Pakistan e Stati Uniti – ha detto il premier pakistano Nawaz Sharif – collaborano intensamente contro il terrorismo. Siamo d’accordo che dobbiamo rafforzare ulteriormente questa cooperazione. Ho parlato anche della questione dei droni, nel nostro incontro, sottolineando la necessità di porre fine ai raid”.

Obama vuole distendere gli animi a suon di aiuti: nel budget 2014 ne sono previsti per 1,16 miliardi di dollari. Circa tre quarti sono per la popolazione, il resto per la sicurezza.

“Sono convinto che possiamo fare importanti passi avanti, perché pakistani e americani hanno entrambi terribilmente sofferto per via del terrorismo in passato” ha affermato dopo l’incontro Barack Obama.

Ma la questione dei droni è sentita tra la popolazione. Un rapporto di Amnesty International configura l’utilizzo che ne fanno glia mericani come “crimine di guerra”, citando numerosi episodi avvenuti in Pakistan, ma anche in Yemen.

Le regole internazionali “sono pienamente rispettate” replicano gli Stati Uniti.