ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Romania: incriminato per genocidio Ion Ficior, ex comandante del regime comunista


Romania

Romania: incriminato per genocidio Ion Ficior, ex comandante del regime comunista

Incriminato per genocidio un ex comandante di un campo di lavoro della Romania comunista. Ian Ficior, 85 anni, è accusato della morte di 103 oppositori politici, quando era a capo della prigione di Periprava. Qui furono incarcerate fino a 2000 persone, malnutrite, sottoposte a durissime condizioni di lavoro e al freddo estremo, senza acqua e medicine.

Il ruolo di Ficior è stato portato alla luce dall’Istituto sui crimini dell’era comunista. “Abbiamo prove chiare, che abbiamo già consegnato ai pubblici ministeri, che Ion Ficior quando era comandante nella prigione di Periprava ha applicato un regime di sterminio dei detenuti politici tra il 1958 e il 1963”, spiega Andrei Muraru, capo dell’Istituto che indaga sui crimini del comunismo.

Ficior è il secondo ex comandante ad essere incriminato per genocidio. All’epoca, in tutta la Romania, circa un quinto degli oltre 600 mila oppositori politici perse la vita in detenzione secondo gli storici. Tremilacinquecento ex prigionieri del regime caduto nel 1989 sono ancora vivi e possono continuare a testimoniare gli orrori dell’epoca.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Bosnia: i fantasmi del passato riemergono dalla fossa comune di Tomasica