ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Progetto Soci" una mostra scomoda

Lettura in corso:

"Progetto Soci" una mostra scomoda

Dimensioni di testo Aa Aa

La galleria Photodoc di Mosca presenta una mostra controversa dal titolo “Progetto Sochi”, dell’olandese Rob Honstra, fotografo, e Arnold Van Bruggen, cineasta e scrittore.

Nessuno dei due è presente alla celebrazione d’apertura, ai due artisti è stato negato il visto per entrare in Russia.
E i problemi non finiscono qui. Inizialmente era la Galleria Winzavod che doveva presentare questa mostra, ma una settimana prima l’ha annullata.

“C‘è uno spazio enorme a Winzavod che poteva accogliere – racconta Alexander Sorin uno degli organizzatori – questa mostra quindi abbiamo dovuto cambiare tutto rispetto a quella prevista”

Il lavoro di Honstra et Van Bruggen suscita molti mal di pancia. I due artisti si sono recati molte volte durante l’inverno a Sochi dal 2009, per immortalare il progressivo cambiamento della città in vista dei giochi olimpici invernali 2014. Il risultato delle testimonianze, foto e video è una critica forte, come racconta il giornalista Yuri Saprykin:
“Soci è come una zona grigia, un buco nero, dal quale è difficile ottenere tutte le informazioni. I principali testimoni di quello che succede laggiù sono due olandesi, proprio nel momento in cui le relazioni tra russi e olandesi sono particolarmente tese.
Questo provocherà delle reazioni nervose da parte del ministero degli affari esteri di Winzavod e altrove”
Le tensioni nate intorno a questa mostra si aggiungono alla serie di incidenti diplomatici che continuano a rendere difficili i rapporti tra Paesi Bassi e Russia.