ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mobilitazione internazionale per il giornalista arrestato in Marocco

Lettura in corso:

Mobilitazione internazionale per il giornalista arrestato in Marocco

Dimensioni di testo Aa Aa

Sit-in di protesta a Salé, in Marocco, per chiedere il rilascio del giornalista Ali Anouzla, accusato di “sostegno materiale” ad al Qaeda, per aver pubblicato un link a un video dell’organizzazione terroristica apparso sul quotidiano spagnolo “El Pais”.

Gli avvocati hanno chiesto la libertà provvisoria per il direttore del sito Lakome, notoriamente critico verso la monarchia. Si sono mobilitate anche alcune organizzazioni internazionali.

“Speravamo in un’applicazione delle norme sulla libertà di stampa senza ricorso alla prigione per i giornalisti. Speravamo che non si facesse ricorso al codice penale. Quanto successo è davvero inquietante”, ha dichiarato la rappresentante di Amnesty International.

Ali Anouzla è un giornalista conosciuto non solo in Marocco, ma in tutto il Nord Africa. In passato era finito altre volte nel mirino del regime. In base alle leggi antiterrorismo varate nel 2003, all’indomani degli attentati di Casablanca, rischia fino a 20 anni di prigione.