ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Georgia: a pochi giorni dalle presidenziali favorito il candidato del premier

Lettura in corso:

Georgia: a pochi giorni dalle presidenziali favorito il candidato del premier

Dimensioni di testo Aa Aa

Fine dell’era Saakashivili. E’ per ora l’unica certezza delle elezioni presidenziali di domenica prossima in Georgia. Dopo dieci anni, il capo di Stato in carica non può essere rieletto per un terzo mandato. Favorito il candidato del primo ministro Bidzina Ivanishvili, leader di Sogno Georgiano, che un anno fa vinse le politiche, e che ha affermato che si dimetterà dopo le elezioni. Georgy Margvelashvili intende proseguire il riavvicinamento alla Russia e al tempo stesso l’attuale politica filoccidentale.

“L’obiettivo generale della nostra politica estera è l’integrazione europea e nelle strutture euro-atlantiche”, ha detto Margvelashvili. “Allo stesso tempo siamo stati davvero efficaci nel dimostrare che è possibile far diminuire la tensione con la Russia”.

Tra gli altri candidati che potrebbero arrivare al ballottaggio ci sono David Bakradze, membro del partito di Saakashvili, il Movimento Nazionale Unito, e Nino Burjanadze, ex protagonista della Rivoluzione delle Rose e ora contro il presidente, considerato responsabile del declino economico del Paese e di metodi antidemocratici. Lo stesso Ivanishvili ha annunciato procedimenti giudiziari contro di lui.

“Si dovrebbe indagare sull’intera attività di Mikhail Saakashvili”, ha affermato Burjanadze, “inclusa la guerra dell’agosto 2008, incluse le torture in carcere, la pressione e l’intimidazione nei confronti degli oppositori politici”.

Saakashvili fa dunque posto al suo successore che avrà meno poteri di lui, in base alla riforma delle costituzione approvata nel 2010. Si passa a una Repubblica parlamentare, con il rafforzamento delle competenze del primo ministro e del governo.