ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cuba dice addio alla doppia moneta

Lettura in corso:

Cuba dice addio alla doppia moneta

Dimensioni di testo Aa Aa

La doppia moneta cubana dovrebbe arrivare a spegnere le venti candeline, ma non una in più. Gli esperti prevedono, infatti, che si completi in 18 mesi l’iter che porterà all’abbandono del peso convertibile, introdotto nell’agosto 1994 in piena crisi post-sovietica per l’economia dell’isola.

Il provvedimento governativo, pubblicato sul quotidiano Granma, prevede che il valore del peso convertibile sia progressivamente unificato con il valore più basso del “cup”, il peso comune.

Doveva facilitare i pagamenti dei turisti, con le parziali liberalizzazioni ha finito per creare un doppio mercato.

“Quando si deve comprare, per esempio, un condizionatore, un frigorifero, un televisore, si usa la moneta più costosa, con un cambio svantaggioso” spiega una donna interpellata in strada.

Un peso convertibile equivale a 25 pesos comuni o a un dollaro americano. Negli ultimi anni si è creata una forte disparità fra chi ha normalmente accesso al primo, perché lavora col turismo, e chi viene pagato in moneta “leggera”. Il primo passo verso l’unificazione sarà il cambiamento dei sistemi informatici statali.