ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Datagate, dopo Le Monde il voto al Parlamento Ue su tutela dati personali

Lettura in corso:

Datagate, dopo Le Monde il voto al Parlamento Ue su tutela dati personali

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scandalo delle intercettazioni di milioni di conversazioni di semplici cittadini è stato al centro della colazione di lavoro tra John Kerry e il ministro degli esteri francese Laurent Fabius. Giunto a Parigi per dare il via al tour diplomatico sulla Siria, il segretario di Stato statunitense è stato travolto dalla pubblicazione sul sito del quotidiano Le Monde dei dati relativi allo spionaggio da parte della Nsa, l’agenzia per la difesa americana, in Francia.

Tutela della Privacy e protezione dei dati personali sono stati al centro del rapporto votato dalla commissione per le libertà civili del Parlamento europeo. Per il relatore del testo, il deputato tedesco Jan Philip Albrecht, il punto su cui insistere sono le sanzioni :” Il testo rafforza di molto i diritti dei cittadini europei e prevede allo stesso tempo sanzioni più dure, fino al 5% del fatturato annuale, per le compagnie che violano le regole”.

L’affermazione d’internet, e dei social network, ha modificato massicciamente la diffusione dei dati personali e il concetto di privacy. Il testo proposto dal parlamento Ue prevede fino a 100 milioni di euro di multa e punta e punta all’adozione di un unico regolamento valido per tutti gli stati membri.