ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Settembre, delude il dato sulle esportazioni giapponesi

Lettura in corso:

Settembre, delude il dato sulle esportazioni giapponesi

Dimensioni di testo Aa Aa

L’effetto dello yen debole causato dalle manovre di stimolo di Bank of Japan si è già esaurito?

C‘è da chiederselo, vista la delusione degli analisti per le esportazioni giapponesi di settembre, cresciute solo dell’11,5% rispetto all’anno scorso.

Un dato che, a livello reale (variazioni di prezzo escluse, cioè), rispetto ad agosto presenta addirittura il segno meno e su cui pesa la frenata dei Paesi emergenti dell’Asia.

L’impero del Sol Levante è comunque in buona compagnia: le esportazioni cinesi sono rallentate dello 0,3% e quelle taiwanesi, soprattutto componenti elettroniche, crescono solo grazie alla parziale ripresa della domanda di Europa e Stati Uniti.

Sembra dunque avverarsi quanto predetto dal Fondo monetario internazionale, il quale, nel rivedere al ribasso le stime di crescita mondiale, aveva avvertito: la ripresa delle economie sviluppate non riuscirà a controbilanciare la frenata di quelle emergenti.