ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sentenza Cedu, Spagna teme di dover liberare decine di detenuti Eta

Lettura in corso:

Sentenza Cedu, Spagna teme di dover liberare decine di detenuti Eta

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte europea dei diritti umani condanna la Spagna per la detenzione prolungata di una militante dell’Eta. Una sentenza che preoccupa l’associazione che raggruppa i familiari delle vittime del terrorismo: Madrid, infatti, potrebbe essere costretta a liberare decine di altri detenuti dell’organizzazione armata basca.

“Speriamo che i giudici respingeranno la sentenza – dice Ángeles Pedraza, presidente dell’Associazione Vittime del Terrorismo – L’Avt non ha intenzione di fermarsi qui, non ci siamo mai fatti giustizia da soli, ma abbiamo perso la pazienza”.

La corte di Strasburgo obbliga la Spagna a liberare Ines Del Rio, terrorista dell’Eta colpevole di 24 omicidi, condannata a oltre 3mila anni di carcere. La giustizia di Madrid ha violato il principio della non retroattività. Malgrado la sentenza pesantissima, la Del Rio sarebbe dovuta uscire dal carcere nel 2008, dopo aver scontato 19 anni.

“Il verdetto riguarda un caso specifico, non si tratta di una decisione di portata generale – sostiene il ministro della Giustizia spagnolo, Alberto Ruiz Gallardón – Quindi dobbiamo rivedere le altre petizioni caso per caso nel rispetto della legge spagnola. E questa è una decisione che spetta ai singoli tribunali”.

Da Madrid a Bilbao, le reazioni sono opposte: nei Paesi Baschi si chiede il rilascio degli ex combattenti dell’organizzazione separatista che ha dichiarato il cessate il fuoco nel gennaio del 2011.

Il governo, invece, esclude il pagamento del risarcimento di 30mila euro alla Del Rio imposto da Strasburgo: sono già serviti a pagare i risarcimenti ai parenti delle vittime.