ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: il "mistero di Maria", coppia rom accusata di rapimento

Lettura in corso:

Grecia: il "mistero di Maria", coppia rom accusata di rapimento

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità greche le hanno dato un nome, Maria e una casa. Resta il mistero sui veri genitori della piccola trovata mercoledì dalla polizia in un campo nomadi a Farsala, nella Grecia centrale.

La coppia di etnia rom con cui viveva la bambina bionda con gli occhi verdi è stata incriminata per rapimento di minore. Maria ha tra i 5 e i 6 anni e l’Interpol ha riaperto i casi di otto bambine sparite.

“La bimba ha accettato le persone che si stanno prendendo cura di lei. Ha capito che si tratta di persone che si occupano di lei con amore – spiega Athanasia Kakarouba, l’assistente sociale che segue il caso – È una bambina molto allegra, a parte il fatto che è bella, è felice, passa tutto il tempo giocando, si è adattata bene e sta imparando il greco. Ha già detto le sue prime parole, perché fino ad ora, si esprimeva solo in lingua rom”.

Christos e Selini Salis risultano avere in tutto 14 figli per i quali percepivano ogni mese 2.790 euro di assegni familiari.

L’uomo ha dichiarato al magistrato che la bambina era stata affidata a lui e a sua moglie dai genitori della piccola, rom bulgari, dopo la sua nascita.

Babis Dimitriou, presidente dei rom di Farsala, ha aggiunto che il giorno in cui la bimba è stata trovata, i suoi genitori biologici erano ancora nel campo e ora si dovrebbero trovare sull’isola di Evia.

“I telefoni della centrale operativa del ‘Figlio del Sorriso’ non smettono di squillare – conclude la giornalista di euronews, Fay Doulgkeri ! Migliaia di persone, sia dalla Grecia che dall’estero, stanno chiamando per offrire aiuto alla polizia impegnata nelle ricerche”.