Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Cina. Una città chiusa per inquinamento

Quando lo smog costringe una città di 11 milioni di abitanti alla chiusura.

Succede a Harbin, nella Cina nord-orientale. L’inquinamento record ha costretto le autorità a sospendere gran parte delle attività a causa di una spessa coltre di nebbia mista a polveri sottili che ha ridotto la visibilità a 10 metri.

Le scuole non hanno aperto e gli aeroporti e le strade sono rimaste quasi integralmente chiuse al traffico.

Il livello di agenti inquinanti ha superato di 50 volte il massimo consentito per legge.

Un picco dovuto al riavvio dei riscaldamenti, col ritorno della stagione fredda e che lascia mal presagire per i prossimi mesi. La maggior parte dei sistemi di riscaldamento in Cina, funziona infatti a carbone.

La settimana scorsa l’Organizzazione mondiale della sanità ha suonato il campanello d’allarme: l’inquinamento atmosferico è ora riconosciuto ufficialmente dall’Oms come cancerogeno certo.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni

Guarda le principali notizie di oggi