ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: incriminato ex dirigente comunista Béla Biszku

Lettura in corso:

Ungheria: incriminato ex dirigente comunista Béla Biszku

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ex dirigente comunista ungherese Béla Biszku è stato incriminato per il suo ruolo nella sanguinosa repressione dell’insurrezione anti-sovietica dell’ottobre del 1956.

L’uomo, oggi 92enne, era stato arrestato a settembre dell’anno scorso, dopo che il governo conservatore di Viktor Obran aveva modificato il quadro legislativo, per perseguire le persone sospettate di rappresaglie dopo la Rivoluzione ungherese.

Molti deputati di estrema destra avevano, dunque, denunciato Biszku che, in un’intervista televisiva, aveva dichiarato di non aver nulla da rimproverarsi.

L’uomo è accusato di crimini di guerra per due fucilazioni, una nella stazione Ovest di Budapest e un’altra al confine con la Slovacchia, che fecero 51 morti.

Deve rispondere anche di “complicità in atti criminali”, per aver coperto atti di rappresaglia dopo la respressione della rivolta popolare. Rischia l’ergastolo.