ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: Senato nuovamente vicino ad un accordo per evitare il default

Lettura in corso:

USA: Senato nuovamente vicino ad un accordo per evitare il default

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Senato statunitense potrebbe annunciare a breve l’agognato raggiungimento di un accordo fra democratici e repubblicani. L’intesa finanzierebbe il governo fino al 15 gennaio, mettendo fine allo shutdown, e aumenterebbe il tetto del debito fino al 7 febbraio.

Il nuovo evolversi delle trattative, da chiudere entro il 17 ottobre per evitare il default agli Stati Uniti, segue una giornata di caos parlamentare, suggellata dalle parole dello speaker della Camera, il repubblicano John Boehner: “Ci sono troppe opinioni contrastanti sulla direzione da prendere. Oggi non verrà votato alcun testo”.

Dichiarazione seguita alla presentazione di un nuovo piano repubblicano, spinto da un blitz dell’ala conservatrice, giudicato inaccettabile dai democratici.

“Ci siamo sentiti colpiti alle spalle dalle notizie che arrivano dalla Camera. John Boehner mi ha molto deluso”, ha dichiarato il leader dei senatori democratici, Harry Reid.

“È tempo che la Camera segua il Senato, dove i negoziati stanno andando avanti in buona fede”, ha affermato Barack Obama, “E non pensi a fare felici un piccolo gruppo di estremisti del Tea Party”.