ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le comete sono fra noi

Lettura in corso:

Le comete sono fra noi

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcuni ricercatori sudafricani hanno identificato i resti di una cometa caduta sulla Terra milioni di anni fa. Il suo impatto con l’atmosfera terrestre causò un’onda d’urto capace di distruggere ogni forma di vita e fece ragiungere i 2000 gradi Celsius alle sabbia del Sahara.

DAVID BLOCK, esperto di comete: “Le comete sono uniche e straordinarie perchè trasportano i materiali originari dall’esterno del sistema solare ed anche oltre. Pertanto siamo davanti ad un laboratoiro chimico viaggiante che entra nell’atmosfera ed esplode. Nell’esplosione di questa cometa si formò un’enorme quantità di vetro di silice giallo-verde che giace ancora disperso su 6000 chilometri quadrati di deserto del Sahara”.

Al centro dell’attenzione degli scienziati dell’Università di Johannesburg c’e’ un misterioso sasso nero trovato alcuni anni fa da un geologo egiziano. Dopo aver condotto analisi chimiche approfondite, gli autori della ricerca sono giunti alla conclusione che esso rappresenti il primo esemplare conosciuto del nucleo di una cometa arrivato sulla Terra.

DAVID BLOCK esperto di comete:
“La NASA e l’ESA spendono miliardi di dollari nel progettare navi spaziali che poi guidano una sonda verso il nucelo di una cometa. Credo che il fatto incredibile in questa scoperta è che non c‘è bisogno di andare a raccogliere materiali nello spazio perchè quei materiali sono già qui”.

Visto che le comete sono fatte di sostanze esistenti nel nostro sistema solare al momento della sua nascita, 4 miliardi e mezzo di anni fa, la scoperta potrà servire a svelare i segreti del nostro universo.