ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Embargo petrolifero, 40 anni fa l'inizio della crisi energetica

Lettura in corso:

Embargo petrolifero, 40 anni fa l'inizio della crisi energetica

Dimensioni di testo Aa Aa

Quarant’anni fa l’Opec volle mostrare chi deteneva le redini dell’oro nero. E il mondo non fu più lo stesso.

È il 16 ottobre del 1973. Siamo in piena guerra dello Yom Kuppur, cominciata dieci giorni prima con l’invasione di Israele da parte dell’Egitto nel Sinai e della Siria sulle alture del Golan.

I Paesi esportatori di petrolio guidati dall’Arabia Saudita, in solidarietà a questi ultimi, decidono di colpire l’Occidente privandolo letteralmente del carburante.

L’organizzazione di Vienna aumenta il prezzo del greggio e diminuisce del 5% al mese le forniture agli alleati di Tel Aviv.

Risultato è passato alla storia come lo “shock petrolifero”.

Domeniche a piedi, chiusure anticipate dei negozi, illuminazione pubblica dimezzata… il ricordo è scolpito nella memoria dei cittadini dell’Europa occidentale, la più colpita dai rincari.

Fu un brusco risveglio per l’Occidente. Ma con un risvolto positivo: la consapevolezza della necessità di fonti di energia alternative.