ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Navi militari e droni nel Canale di Sicilia. Al via l'operazione Mare Nostrum

Lettura in corso:

Navi militari e droni nel Canale di Sicilia. Al via l'operazione Mare Nostrum

Dimensioni di testo Aa Aa

Cinque navi della marina, elicotteri a lungo raggio e droni per rafforzare la sorveglianza nel canale di Sicilia e avvicinare i soccorsi ai porti di partenza delle carrette del mare.

Al via l’operazione militare-umanitaria “mare-nostrum”: un dispositivo da oltre 1,5 milioni di euro al mese, a cui però – ha detto Letta – anche Bruxelles dovrà rispondere con nuovi interventi.

“Frontex deve essere rinforzato e di questo dobbiamo parlare al Consiglio europeo del 24 e 25 ottobre. Ma non possiamo aspettare i tempi delle istituzioni e
del Parlamento europeo quando di mezzo ci sono vite umane.
Dobbiamo agire subito”.

I familiari delle vittime del naufragio del 3 ottobre hanno intanto proseguito a Lampedusa nello straziante rito del riconoscimento dei propri cari.

Degli oltre 150 feretri già trasferiti ad Agrigento, più della metà dovrebbero essere tumulati in giornata. Ad ospitarli anche i loculi messi a disposizione da privati, per offrir loro una degna sepoltura.