ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca, arrestato presunto killer che aveva innescato violenze nazionaliste

Lettura in corso:

Mosca, arrestato presunto killer che aveva innescato violenze nazionaliste

Dimensioni di testo Aa Aa

Nelle ultime 48 ore, Orkhan Zeinalov è stato il ricercato numero uno nella regione di Mosca. Le forze speciali della polizia russa lo hanno arrestato a un centinaio di chilometri a sud della capitale.

Trent’anni, cittadino azero, è sospettato di aver ucciso a coltellate un suo coetaneo russo, giovedì scorso. Un omicidio che ha provocato l’ira dei nazionalisti, innescando i più gravi disordini che Mosca abbia conosciuto da tre anni a questa parte.

La polizia lo ha identificato nel corso della giornata. Ma fin da domenica circolava un suo identikit, insieme all’informazione, poi rivelatasi falsa, che il sospettato lavorasse in un mercato ortofrutticolo: lo stesso dove sono impiegati centinaia di immigrati dai paesi caucasici e dall’Asia centrale. E’ stato questo particolare a scatenare la caccia all’uomo dei nazionalisti, che hanno messo a ferro e fuoco un intero quartiere. Trecentottanta le persone fermate.