ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Filippine, più di novanta le vittime del sisma

Lettura in corso:

Filippine, più di novanta le vittime del sisma

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato aggiornato a più di novanta il bilancio delle vittime del sisma che ha colpito alcune tra le isole più turistiche delle Filippine. Secondo il capo dell’Istituto nazionale filippino di vulcanologia, l’energia sprigionata dal terremoto è stati pari a 32 bombe atomiche come quelle lanciate su Hiroshima.

L’epicentro a Bohol, 630 chilometri a sud della capitale, dove moltissimi edifici sono crollati. Danneggiate anche una decina di chiese, risalenti al periodo della colonizzazione spagnola nel XVI secolo.

Il sisma di magnitudo 7,2 ha scosso anche la provincia di Cebu e l’isola di Siquijor, seminando il panico tra la popolazione. In migliaia hanno cercato riparo sulle alture, nel timore di uno tsunami.

“Dopo la prima scossa, la terra ha ripreso a tremare – racconta Cornelio Cabaluna – abbiamo cercato di uscire in strada per allontanarci, ma la caduta di un blocco di cemento dai piani superiori ci ha sbattato la strada”.

Il terremoto si è verificato in un giorno festivo, in cui la maggior parte degli uffici pubblici erano vuoti. Ciononostante, i danni si annunciano ingenti e il bilancio delle vittime sembra destinato ad aumentare. Con due milioni e mezzo di abitanti, la regione di Cebu è un importante centro economico e culturale per le Filippine.