ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cinema: Tarantino e Belmondo aprono il Festival Lumière di Lione

Lettura in corso:

Cinema: Tarantino e Belmondo aprono il Festival Lumière di Lione

Dimensioni di testo Aa Aa

Bagno di folla per Quentin Tarantino al Festival Lumière di Lione, kermesse non competitiva che rende omaggio ai classici del cinema.

Il regista e attore americano, Palma d’Oro a Cannes per “Pulp Fiction”, ha presenziato alla serata inaugurale, che ha visto la proiezione di “Quando torna l’inverno”, film del 1962 con Jean-Paul Belmondo.

L’attore francese, oggi ottantenne, era presente in sala ed è stato festeggiato dal pubblico e da molti suoi illustri colleghi.

“Sono molto felice di essere qui per Jean-Paul ovviamente. Abbiamo girato tre film insieme”, dice Claudia Cardinale.

Daniel Auteuil dichiara: “Jean-Paul Belmondo è il cinema e dunque omaggiando lui si rende omaggio al cinema, al grande cinema popolare”.

Clotilde Courau sottolinea come sia “formidabile la presenza di un festival sul nostro patrimonio cinematografico”

Pierre Richard trova positivi “questo eclettismo, questa scelta degli organizzatori di inserire dei film che sono molto popolari e che non hanno sempre la considerazione che meritano”.

Oggi farà un’incursione al Festival Ettore Scola, in occasione della proiezione di “Che strano chiamarsi Federico!”, il suo docu-film sull’amico Fellini.

Quentin Tarantino è entusiasta: “È tutto così elettrizzante, ed è solo l’inizio, resterò qui tutta la settimana”.

Fino al 18 ottobre il festival proietterà un centinaio di pellicole che hanno fatto la storia del cinema in quaranta sale e teatri di Lione, la città dei fratelli Lumière.

“Molte le emozioni che hanno accompagnato la serata di apertura alla presenza di numerose leggende viventi del cinema”, dice l’inviato di Euronews Frédéric Ponsard, “Ma come ogni anno il momento clou sarà la consegna del Premio Lumière, quest’anno attribuito a Quentin Tarantino”.

Per maggiori infomazioni sul Festival:
www.festival-lumiere.org