ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al-Qaeda: processo ad Abu Anas al-Liby a New York

Lettura in corso:

Al-Qaeda: processo ad Abu Anas al-Liby a New York

Dimensioni di testo Aa Aa

È sospettato di aver preso parte agli attacchi terroristici del 1998 alle ambasciate statunitensi in Kenya e Tanzania, che hanno ucciso 224 persone.

Insieme a lui, altri 20 presunti membri di al-Qaeda sono stati messi sotto accusa dal tribunale federale di New York nel 2000.

L’FBI ha dato la caccia per oltre un decennio a Nazih al-Ragye, noto come Abu Anas al-Liby, mettendo una taglia di 5 milioni di dollari.

Il 5 ottobre il militante islamista è stato catturato in Libia, davanti alla sua abitazione, con un raid delle forze speciali americane.

Messo sotto interrogatorio su un’imbarcazione della Marina, a causa delle sue precarie condizioni di salute è stato trasferito a New York e oggi dovrebbe comparire davanti al giudice.

La decisione di processare un presunto militante di al-Qaeda a Manhattan, anche se non si tratta del primo caso, ha suscitato polemiche da parte repubblicana.

La cattura di al-Liby ha avuto ripercussioni in Libia, con il sequestro-lampo del primo ministro Ali Zeidan, avvenuto giovedì scorso, come atto di rappresaglia da parte di alcuni ribelli.