ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: speranze alla vigilia dei colloqui di Ginevra

Lettura in corso:

Iran: speranze alla vigilia dei colloqui di Ginevra

Dimensioni di testo Aa Aa

L’incontro in programma questo martedì a Ginevra tra i negoziatori iraniani sul nucleari e i rappresentanti dei 5+1 suscita molte attese a Teheran. I gesti distensivi del nuovo presidente Rohani hanno creato un clima più favorevole.

La popolazione spera nell’abolizione delle sanzioni. “I negoziatori iraniani – osserva uno studente – dovrebbero adottare un appoccio che sia positivo per i giovani come me. Ad esempio mostrandosi più concilianti o proponendo un compromesso con l’Occidente.”

Teheran annuncia che proporrà un pacchetto di proposte: concessioni in cambio di un alleggerimento dell’embargo. Ma la strada verso un accordo è ancora lunga.

Mark Spitzpatrick, analista dell’International Institute for Strategic Studies, commenta: “Per gli iraniani, le sanzioni hanno avuto un impatto devastante sull’economia. E Rohani ha promesso in campagna elettorale di fare qualcosa in tal senso, un cambiamento che impegnerebbe gli Stati Uniti nell’ottica dell’abolizione delle sanzioni. Quindi vuole fare qualcosa. Dal punto di vista degli Stati Uniti, Obama era pronto da anni a impegnarsi, ma non ha avuto una controparte in Iran disponibile a fare lo stesso.”

L’embargo, impedendo gli scambi commerciali con l’Occidente, ha portato a una forte svalutazione della moneta locale, il ryal, e avuto pesanti ripercussioni sull’occupazione, sul potere d’acquisto delle famiglie e sulla loro vita quotidiana.