ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca, omicidio di un giovane provoca proteste e scontri, 300 gli arresti

Lettura in corso:

Mosca, omicidio di un giovane provoca proteste e scontri, 300 gli arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Incidenti e scontri con la polizia nel sud di Mosca sono sfociati in almeno 300 arresti di giovani che stavano protestando per l’omicidio di un ragazzo russo da parte di un immigrato. Le proteste sono presto degenerate. I manifestanti hanno lanciato molotov contro gli agenti che tentavano di fermarli.

La protesta è esplosa dopo l’uccisione avvenuta giovedì scorso di un 25enne accoltellato sotto gli occhi della sua fidanzata.
In base alle immagini delle telecamere, l’assassino era un uomo con tratti asiatici. I residenti credono che si tratti di un clandestino proveniente dal Caucaso.
Migliaia di manifestanti hanno preso d’assalto un centro commerciale, hanno distrutto finestre e vetrine e hanno tentato di incendiare l’edificio. Poi si sono diretti verso un magazzino dove lavorano diversi immigrati, ritenuti responsabili dell’aumento del tasso di criminalità nel quartiere Biriouliovo, alla periferia della capitale.