ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione, 4 operazioni di salvataggio sabato mattina

Lettura in corso:

Immigrazione, 4 operazioni di salvataggio sabato mattina

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre continua l’emergenza immigrazione nel Mediterraneo – già quattro le operazioni di soccorso stamattina portate a termine dalla marina mlitare italiana, che ha tratto in salvo circa 400 migranti – sono arrivate a Malta le oltre 200 persone che erano sul barcone naufragato venerdì. Sulla nave ci sono anche i corpi di 34 vittime.

“Non metteremo mai a repentaglio la vita di nessuno – ha dichiarato il premier maltese Joseph Muscat – ma la normativa deve cambiare e c‘è bisogno di avere un approccio e pattugliamenti europei. Dobbiamo discutere in maniera responsabile se abbiamo bisogno di rendere le regole più morbide o più rigide”.

Malta e Lampedusa sono il primo territorio che si incontra nel Mediterraneo dopo aver lasciato le coste africane.
Ed è sull’isola siciliana che si riversano le centinaia di disperati che sopravvivono al mare. Quattro le barche naufragate venerdì, quasi mille gli immigrati salvati.

“Lampedusa non ce la fa – ha dichiarato il sindaco Giusi Nicolini-. Bisogna che l’Europa si renda conto di questo, che Lampedusa è troppo piccola sia per poter rappresentare una frontiera sia per poetr sostenere il peso di tutta questa immane tragedia”.

Dal 2009 circa 4.000 immigrati sono morti nel Mediterraneo. Oltre 300mila i migranti sbarcati da inizio anno: si tratta soprattutto di libici, siriani ed eritrei.
Intanto è arrivato il pattugliatore Cassiopea che prenderà a bordo le 339 bare delle vittime del naufragio del 3 ottobre.