ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morto Priebke, tra i responsabili dell'eccidio nazista delle Fosse Ardeatine

Lettura in corso:

Morto Priebke, tra i responsabili dell'eccidio nazista delle Fosse Ardeatine

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ morto senza essersi mai pentito Erich Priebke, l’ex ufficiale nazista tra i responsabili dell’eccidio delle Fosse Ardeatine. Priebke – cent’anni – è deceduto nell’appartamento di Roma dove scontava gli arresti domiciliari che gli erano stati concessi per motivi di salute un anno dopo la condanna all’ergastolo in via definitiva nel 1998.

Aveva 31 anni quando da capitano delle SS pianificò ed eseguì, assieme ad altri ufficiali e sotto il comando del colonnello Kappler, il massacro delle Fosse Ardeatine. L’eccidio fu compiuto il 24 marzo del 1944, per ritorsione a seguito dell’attacco partigiano di via Rasella, in cui erano morti 33 militari tedeschi. Hitler decise che per ogni tedesco ucciso avrebbero pagato con la vita dieci italiani. Le vittime delle Fosse Ardeatine furono 335.

Fuggito in Argentina, Priebke era stato estradato in Italia nel 1994. Nell’intervista-testamento, rilasciata a luglio e resa nota dal suo avvocato solo ora, Priebke rivendica la fedeltà al proprio passato e nega l’esistenza delle camere a gas.