ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mondiali 2014: Germania e Belgio a un passo dal Brasile

Lettura in corso:

Mondiali 2014: Germania e Belgio a un passo dal Brasile

Dimensioni di testo Aa Aa

La Germania venerdi’ sera va in cerca del pass per i prossimi Mondiali brasiliani, ospitando in casa l’Irlanda, orfana del dimissionario Giovanni Trapattoni. La squadra di Joaquim Loew conduce il girone con 22 punti e le basterebbero due pareggi nei prossimi due match per qualificarsi. Ma il tecnico tedesco ha chiesto ai suoi di chiudere subito la pratica.

Intanto la Svezia di Ibrahimovic, seconda in classifica a meno 5, è impegnata in casa contro l’Austria.

Un’altra nazionale che potrebbe festeggiare già in serata è quella allenata da Wilmots. Il Belgio, che non gioca un Mondiale da 12 anni, è in vetta al gruppo A, con 5 punti di margine sulla Croazia. E proprio l’11 di Štimac proverà a fermare la corsa dei Diavoli Rossi, ai quali basterebbe un pari, per comprare il biglietto per il Brasile.

Galles-Macedonia è l’altra sfida, meno interessante, del gruppo. Le due squadre son infatti già fuori dai giochi.

L’Italia di Prandelli, già matematicamente qualificata, va in trasferta in Danimarca, mentre la Bulgaria prova a inseguire, volando in Armenia.

Anche l’Olanda, in campo ad Amsterdam, non ha nulla di cui preoccuparsi, mentre l’Ungheria si gioca il secondo posto proprio contro gli orange.

A un passo dal Mondiale c‘è la Svizzera, a cui servono due punti. La nazionale elvetica affronta a Tirana l’Albania, mentre l’Islanda, al momento seconda, ospita Cipro.

Nel gruppo F la Russia di Capello, leader, sfida il Lussemburgo, con un occhio a Lisbona, dove il Portogallo di Cristiano Ronaldo se la vede con Israele.

Testa a testa nel girone G fra Bosnia e Grecia. La nazionale di Džeko affronta il Liechtenstein, mentre gli ellenici ospitano la Slovacchia.

Inghilterra e Ucraina, distanziate da un punto, si giocano il primo posto. La nazionale di Hodgson accoglie a Wembley il Montenegro, mentre gli ucraini affrontano la Polonia.

Per il girone I, infine, scendono in campo solo Spagna e Bielorussa, che si sfidano a Maiorca. Gli iberici comandano la classifica, a parimerito con la Francia.