ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, Opac e Onu annunciano arrivo di nuovi ispettori per smantellare armi chimiche

Lettura in corso:

Siria, Opac e Onu annunciano arrivo di nuovi ispettori per smantellare armi chimiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi ispettori stanno per integrare quelli già presenti in Siria dall’inizio del mese, per distruggere l’arsenale chimico di Bashar al Assad. Lo ha annunciato il numero uno dell’Opac, l’organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, che tuttavia non ha precisato quando partirà la nuova squadra, né da quanti uomini sarà composta.

In base a una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Onu, Damasco ha tempo fino a novembre per smantellare i siti di produzione e fino a giugno per distruggere armi e componenti.

“E’ uno sviluppo positivo per il nostro paese”, afferma un residente della capitale, augurandosi che questo basti a risolvere il problema.

Un suo concittadino sostiene in tono polemico che il Medio oriente dovrebbe essere libero da qualsiasi arsenale chimico e nucleare, a cominciare da quello israeliano.

Anche il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon, ha espresso l’intenzione di inviare i propri ispettori per affiancare quelli dell’Opac. L’arsenale chimico siriano è stimato intorno alle mille tonnellate di armi.