ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nobel per la Fisica agli scopritori del "bosone di Higgs"

Lettura in corso:

Nobel per la Fisica agli scopritori del "bosone di Higgs"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Nobel per la Fisica premia, come ampiamente previsto, il britannico Peter Higgs e il Belga François Englert che nel 1964, assieme a Robert Brout, ora scomparso, anticiparono l’esistenza del bosone di Higgs.
Esso spiega come mai tutte le particelle elementari che compongono la materia abbiano una massa.

Una scoperta che solo l’acceleratore del Cern di Ginevra è stato in grado di confermare recentemente e quasi al 100%.

“Ovviamente sono felice di aver ricevuto questo premio” dichiara Englert “ma sento un certo rimpianto: che il mio collaboratore e amico di una vita, Robert Brout, non sia qui per condividere questo premio per un lavoro che abbiamo fatto insieme.”

Peter Higgs, dal canto suo, non è apparso in pubblico, ma si è detto molto emozionato per la notizia.

A distanza di quasi mezzo secolo dalla prima intuizione, i nuovi mattoni dell’universo sono stati riscontrati durante gli esperimenti condotti da Fabiola Gianotti e Guido Tonelli al Cern nel 2012.

La scoperta è considerata una delle più importanti per la comprensione del cosmo. Senza il meccanismo di Higgs, tutte le particelle si sposterebbero alla velocità della luce e gli atomi non esisterebbero.