ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele in lutto, morto rabbino ultraortodosso Yossef

Lettura in corso:

Israele in lutto, morto rabbino ultraortodosso Yossef

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele piange la scomparsa del rabbino Ovadia Yossef, uno dei personaggi religiosi più influenti del Paese e guida spirituale del partito ultraortodosso Shas.

Anche se malato, negli ultimi tempi aveva continuato a ricevere nella sua casa politici di vari orientamenti.

Yossef è morto in un ospedale di Gerusalemme a 93 anni.
Al suo capezzale era accorso il presidente israeliano Shimon Peres, che è tornato a rendergli omaggio dopo il decesso.

Il premier Benyamin Netanyahu lo ha ricordato con queste parole: “Ha lavorato con grande impegno per consolidare l’eredità ebraica, ma i suoi insegnamenti hanno tenuto conto dei tempi e della realtà della vita attuale nello Stato d’Israele.”

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas, durante un incontro con parlamentari israeliani a Ramallah, ha ricordato di aver avuto lunghi colloqui con il rabbino in varie occasioni e ha pregato la Knesset di porgere le sue condoglianze alla famiglia.

All’inizio degli anni 2000, il leader religioso aveva suscitato scandalo per aver definito i palestinesi e gli arabi in generale “formiche” o “serpenti”.

Yossef è stato a lungo considerato un alleato insostituibile dai dirigenti israeliani, che spesso hanno avuto bisogno dello Shas per costituire maggioranze di governo.