ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, shutdown federale: il Pentagono riapre, i dipendenti pagati finita la crisi

Lettura in corso:

Usa, shutdown federale: il Pentagono riapre, i dipendenti pagati finita la crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

I giorni scorrono negli Stati uniti, ê si avvicina il fatidico 17 ottobre, giorno in cui saranno finiti i soldi e il governo federale dovrà dichiarare fallimento se la maggioranza repubblicana alla Camera non avrà nel frattempo accettato di votare l’innalzamento del tetto del debito.

Nessuno davvero crede che questo possa accadere, ma intanto comincia a tirare aria di nervosismo a Washington.

‘È tempo di finirla’ ha detto il presidente Obama ai repubblicani.
Siccome però i deputati ancora non mollano, anche il governo entra in resistenza. Come? Il Segretario alla difesa Chuck Hagel, ad esempio, ha avuto un’idea per far riaprire, almeno, il Pentagono.

I militari e i civili rientrano in servizio, anche senza paga. E quando tutto sarà finito, riceveranno lo stipendio completo. La misura riguarda un milione e mezzo di dipendenti.

A Washington, a Capitol hill, si susseguono le manifestazioni di protesta. Rimostranze pacifiche e senza ingombrare la strada, come vuole la tradizione statunitense, i cartelli comunque sono abbastanza aggressivi.

Accusano i deputati di essere solo dei parassiti ubriaconi che ricevono comodamente la loro paga mensile, mentre migliaia di famiglie di lavoratori federali sono costrette a tirare la cinghia e non si sa fino a quando.