ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Israele-Egitto, 40 anni fa la guerra del Kippur


Egitto

Israele-Egitto, 40 anni fa la guerra del Kippur

Quaranta anni fa l’inizio della guerra del Kippur tra Israele, Siria ed Egitto. Il conflitto nato dall’attacco sferrato dalla coalizione siro-egiziana colse di sorpresa le truppe israeliane, che si apprestavano a celebrare la festa più importante del calendario ebraico: lo Yom Kippur.

Per Israele l’attacco condotto dalle forze arabe il 6 ottobre 1973 ha rappresentato un importante spartiacque nella concezione della difesa dello stato, aprendo al concetto di vulnerabilità. “Chi ha vinto la guerra? L’Egitto e Israele” spiega Abraham Rabinovich autore de The Yom Kippur war, the epic encounter that transformed the middle east' stato un pareggio. L’Egitto, grazie ai primi successi, ha riconquistato il suo territorio, e cosa più importante il suo orgoglio, e l’orgoglio arabo. Israele ha ottenuto uno dei risultati più importanti della sua storia: la pace con il più grande paese del mondo arabo”.

Gli accordi di pace di Camp David chiudono definitivamente il conflitto del Kippur – o d’ottobre. All’Egitto veniva restituito il Sinai, con la condizione di riconoscere ufficialmente lo stato d’Israele.

La riconquista del Sinai da parte dell’Egitto dopo la sua perdita nel 1967 a seguito della guerra dei sei giorni contro Israele é considerata dagli egiziani, e il mondo arabo una vittoria. Per questa ragione l’Egitto festeggia ogni anno il 6 ottobre in ricordo dell’inizio dell’offensiva del Kippur.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Cina: in arrivo il tifone "Fitow"