ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda: no alla soppressione del Senato. Il governo esce sconfitto dal referendum

Lettura in corso:

Irlanda: no alla soppressione del Senato. Il governo esce sconfitto dal referendum

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento irlandese resta bicamerale, il Senato non sarà abolito. Questo l’esito del referendum che ha visto la partecipazione di meno di4 elettori su 10.

Il No ha totalizzato quasi il 52%; il sì poco più del 48%. Un risultato a sorpresa che vede sconfitti i partiti di governo:

“A volte in politica si perde nel processo elettorale – ha riconosciuto il premier centrista Enda Kenny – Accetto il verdetto del popolo. Ma dico anche umilmente che siamo stati bravi a rispettare la promessa del referendum che avevamo fatto quattro anni fa”.

Esulta al contrario il leader dei repubblicani del Fianna fail Michael Martin:

“È stato un giorno molto salutare per la democrazia irlandese. Si erano accodati in tanti dietro alla campagna per il sì, ma il Fianna gail e lo Sinn fein non sono andati alla sostanza. Nello stesso tempo penso che la popolazione voglia dirci che vuole una riforma della governance.”

La soppressione del Sentato faceva parte di un piano di tagli che, secondo i sostenitori del sì, avrebbe fatto risparmiare 20 milioni di euro all’anno. Cifre contestate dai repubblicani.

Il Senato esiste da novant’anni. È composto da 60 membri che vengono scelti da un corpo di grandi elettori, non direttamente dai cittadini. Ha una funzione legislativa molto limitata.