ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, scontri e sangue nelle celebrazioni della guerra del Kippur

Lettura in corso:

Egitto, scontri e sangue nelle celebrazioni della guerra del Kippur

Dimensioni di testo Aa Aa

Si tinge di sangue il 40° anniversario della guerra del Kippur in Egitto. Al Cairo la piazza s’infiamma, sale ad almeno 44 il bilancio dei morti, centinaia i feriti nelle violenze esplose tra i sostenitori di Morsi e la polizia nella capitale e in altre città del Paese. Epicentro dei disordini i due quartieri Dokki e Ramses del Cairo, dove le forze dell’ordine sono intervenute per impedire ai manifestanti di avvicinarsi a piazza Tahrir. Diversi cortei dei Fratelli musulmani hanno cercato di rovinare la festa organizzata dalle forze armate per celebrare la guerra del 1973.

I sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi hanno sfilato questo pomeriggio mostrano le quattro dita, simbolo della strage dell’agosto scorso a Rabaa al-Adawiya, la piazza icona della rivolta anti-governativa repressa nel sangue.

La Fratellenza ha voluto sfidare l’esercito puntando al cuore delle celebrazioni: una piazza Tahrir presidiata come mai prima dai carri armati. Anche la Fratellanza ha chiamato a raccolta i suoi qui, nel luogo simbolo della rivoluzione del 2011. Una piazza che rappresenta l’Egitto conteso.