ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo, Tashkent Grand Prix: uzbeki sugli scudi

Lettura in corso:

Judo, Tashkent Grand Prix: uzbeki sugli scudi

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci sono atleti azzurri al Grand Prix di Tashkent, in corso di svolgimento in Uzbekistan sino a domenica prossima.

La squadra più numerosa dei 155 concorrenti provenienti da 21 Paesi rappresentati è, ovviamente, quella di casa, mentre da tenere d’occhio sono soprattutto Brasile, Germania e Mongolia, oltre al Kazakistan, reduce dall’ottimo Gran Prix di casa ad Almaty.

Prima giornata: nella categoria donne -48 kg, successo per l’israeliana Rishony, che ha avuto la meglio sulla kazaka Podryadova.

Dopo aver stabilito il record di longevità proprio nell’ex capitale kazaka, Ilse Heylen si è invece ripetuta anche a Tashkent, sconfiggendo l’israeliana Cohen. Per lei è record di medaglie, ben 44 conquistate a livello internazionale.

Grazie alla sua recente vittoria nella categoria -52 kg in Kazakistan, la belga era già diventata, con i suoi 36 anni, la più anziana judoka a vincere una medaglia d’oro in una competizione di questo livello.

Sul fronte maschile, nella categoria – 60kg, occorre registrare la prima medaglia d’oro per il Paese ospitante, finita appannaggio di Lutfillaev, che a Tashkent, letteralmente “città di pietra”, è stato granitico, avendo la meglio sull’ucraino Hevorhyan. Terza piazza per il brasiliano Santos.

Per chiudere, altro successo uzbeko nella categoria – 66kg, grazie a Farmonov, proclamato anche miglior atleta della giornata, riuscito nell’intento di superare il mongolo Battsetseg. Medaglia di bronzo, infine, per il brasiliano Cunha, già 2 volte argento mondiale.