ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Greenpeace, mobilitazione internazionale per la liberazione degli attivisti della "Artic Sunrise"

Lettura in corso:

Greenpeace, mobilitazione internazionale per la liberazione degli attivisti della "Artic Sunrise"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Liberateli”: con questa richiesta Greenpeace ha animato le piazze di 47 Paesi del mondo. Dalla Cina all’Europa si scende in strada in segno di solidarietà con i 30 attivisti in custodia cautelare in carcere a Mosca. Sono accusati di pirateria dopo il blitz di protesta con la nave rompighiaccio “Artic Sunrise” contro la piattaforma petrolifera di Gazprom e le sue trivellazioni.

La mobilitazione ha attraversato anche Melbourne dove il nuovo Ministro degli Esteri Julie Bishop ha espresso inquietudine per la sorte dei cittadini australiani incriminati. “Ho dimostrato tutta la nostra preoccupazione alla Russia, con la quale ho discusso anche degli accordi presi sulla protezione consolare” – ha detto Julie Bishop. “Ho manifestato, inoltre, le nostre preoccupazioni sull’accusa di pirateria che pesa sul direttore di ‘Greenpeace Australia-Pacifico’ David Ritter e su altri cittadini.”

L’accusa di pirateria è stata formalizzata nei giorni scorsi dal comitato investigativo di Murmanks, dove sono detenuti i protagonisti del blitz del 19 settembre e dove l’imbarcazione è stata trainata. Rischiano fino a 15 anni di carcere.

Greenpeace per la liberazione degli attivisti ha mobilitato finora oltre un milione di persone nel mondo.