ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: resta l'impasse sullo "shutdown". Obama non negozia sulla riforma sanitaria

Lettura in corso:

Usa: resta l'impasse sullo "shutdown". Obama non negozia sulla riforma sanitaria

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora nessun accordo in vista negli Stati Uniti sul bilancio, a oltre due giorni dalla paralisi di parte dei servizi federali.
La riunione alla Casa Bianca si è conclusa con un Barack Obama sempre piú determinato a non finire ostaggio dei repubblicani che premono per una revisione della riforma sanitaria.

“Chiediamo che venga ridiscussa per i cittadini americani la legittimità dell’Obamacare – ha detto John Boehner, presidente della Camera – Spero che il Presidente e i miei colleghi democratici in Senato ascoltino le richieste degli americani che vogliono affrontare una discussione seria per trovare una soluzione sulla questione”.

Mentre il confronto rischia di non avere uno sbocco rapido, i democratici fanno squadra con il presidente per contrastare le mosse repubblicane.

“Per il bene del paese e per rispetto dei cittadini – dice Nancy Pelosi, Presidente della Camera dei Rappresentanti – dovremmo lasciare fuori dai negoziati la questione sui limiti del debito. Gli Stati Uniti d’America hanno sempre onorato gli impegni presi in merito”.

Uno scontro politico che rischia di esasperare gli oltre ottocentomila cittadini coinvolti dallo “shutdown”, la sospensione delle attività dei servizi considerati “non essenziali”.

“Con la battaglia politica in corso è difficile vedere una via d’uscita senza conseguenze. I primi a pagare sono le centinaia di migliaia di dipendenti federali e le loro famiglie. Hanno bollette, affitti e mutui da pagare. L’assenza di stipendio li spinge giorno dopo giorno sul lastrico. Da Washington Stefan Grobe per eureonews”.