ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: incriminati per pirateria altri 14 attivisti Greenpeace

Lettura in corso:

Russia: incriminati per pirateria altri 14 attivisti Greenpeace

Dimensioni di testo Aa Aa

La giustizia russa prosegue con la più grave delle incriminazioni, la pirateria, a carico degli attivisti di Greenpeace che avevano tentato di inerpicarsi su una piattaforma petrolifera: in queste ore sono comparsi nel gabbiotto degli accusati altri sedici militanti, dopo i quattordici che si erano già visti formalizzare le accuse ieri. La legale di una militante danese lamenta l’assenza di un’interprete e di una traduzione dei documenti:

“Nessuno dei documenti è stato ancora tradotto in danese, e questa è una violazione grave delle pratiche usuali: una persona arrestata non è nemmeno in grado di sapere perché”.

Risale al 19 settembre il tentato assalto alla piattaforma petrolifera della Gazprom nel Mare Artico, il cui ecosistema è particolarmente fragile. Martedì, Greenpeace aveva approfittato della visibilità data dall’incontro di Champions League tra Basilea e Schalke 04. Sia lo Schalke che la Champions League sono sponsorizzate dal colosso gasiero russo. Per quello striscione calato dall’alto da quattro ambientalisti di Greenpeace, è ora il Basilea, in quanto responsabile della sicurezza del proprio stadio, a rischiare pesanti sanzioni dalla UEFA.