ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il mistero dell'ordinario, Magritte in mostra al Moma di New York

Lettura in corso:

Il mistero dell'ordinario, Magritte in mostra al Moma di New York

Dimensioni di testo Aa Aa

René Magritte quando creava l’artista che sarebbe poi diventato. E’ questo preciso momento nella lunga carriera del pittore belga che il Museum of Modern Art di New York ha cercato di cogliere, con la mostra “Il mistero dell’ordinario”.

In un’ottantina di opere realizzate tra il 1926 e il 1938, compaiono per la prima volta i temi che avrebbero reso celebre il maestro del surrealismo: lavori che mantengono intatta la loro freschezza e insolenza.

La curatrice, Anne Umland: “Magritte è un artista che forse tutti conoscono, ma spesso non sanno che cosa ha fatto. I suoi occhi con sfondo di nuvole e i suoi uomini con cilindro hanno permeato la cultura popolare, specialmente la pubblicità. Ma in qualche modo la sua particolarità si è persa per strada. Questa mostra punta a recuperare quella fase iniziale, quel periodo rivoluzionario in cui le immagini di cieli blu, di occhi e cilindri facevano per la prima volta la loro comparsa nella sua arte”.

L’esibizione osserva come, attraverso l’uso di tecniche e strategie strettamente legate al surrealismo, Magritte impresse al movimento una nuova direzione. E lo fece proprio attraverso la rappresentazione di oggetti di uso comune, opportunamente trasformati, rinominati, ricollocati.