ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli Usa sorpassano la Russia come maggior produttore di gas e petrolio

Lettura in corso:

Gli Usa sorpassano la Russia come maggior produttore di gas e petrolio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il sorpasso definitivo, per gli analisti, sarebbe avvenuto in estate: gli Stati Uniti hanno scalzato la Russia come maggior produttore di energia del mondo.

Merito della rivoluzione costituita dal gas e dal petrolio di scisto, ottenuti da un particolare tipo di formazione rocciosa grazie al “fracking”, la tecnica di fratturazione idraulica.

Secondo il Dipartimento dell’Energia, a luglio gli Stati Uniti hanno prodotto l’equivalente di oltre 22 milioni di barili al giorno di petrolio, gas naturale altri carburanti. L’unico dato confrontabile, le previsioni per 2013 del governo di Mosca, parla invece di un rendimento che si ferma a 21,8 milioni.

A livello di singolo combustibile il sorpasso nella produzione di gas naturale c‘è già stato e il divario nel greggio si è molto ridotto.

Cattive notizie per il Cremlino, che trae oltre il 40% del bilancio proprio dal settore energetico.

La Russia fatica a mantenere i livelli di produzione ed è ancora indietro nelle tecnologie di estrazione, nonostante le enormi potenzialità delle sue formazioni di scisto nel sottosuolo.

L’Opec (l’organizzazione dei Paesi produttori di petrolio), dal canto suo, non si dice preoccupata e afferma anzi che la “bolla” americana si sgonfierà presto.

Ma la trasformazione degli Usa da importatore a esportatore netto rischia di cambiare i fragili equilibri all’interno del mercato energetico: le nazioni i cui bilanci dipendono dalla vendita di petrolio potrebbero vedere sostanzialmente ridotto il proprio potere di mercato.

Tra gli investitori del mercato energetico, intanto, si registra grande fiducia: sbagliato parlare di bolla, il boom energetico americano durerà a lungo dicono.

Resta da vedere come si comporteranno le altre due variabili: la domanda (che in Europa è stagnante a causa della crisi e del rallentamento economico) e i costi di produzione (molto alti per quanto riguarda le tecniche impiegate nei giacimenti di gas e petrolio di scisto).