ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria, giro di vite di Orban contro i senzatetto: ora rischiano il carcere

Lettura in corso:

Ungheria, giro di vite di Orban contro i senzatetto: ora rischiano il carcere

Dimensioni di testo Aa Aa

Già abituati a vivere ai margini, ora i clochard ungheresi rischiano addirittura il carcere, se verranno sorpresi a pernottare in strada.

Il regolamento approvato lunedì dal parlamento stabilisce che ogni
comune avrà la facoltà di decidere quali zone vietare ai senzatetto, in nome dei valori nazionali. Un giro di vite che, secondo Zoltan, è solo un diversivo: “Il governo vuole sviare l’attenzione dalle ruberie dei politici e dalla corruzione. E’ per questo che se la prende con noi”.

Già nel 2012, il governo di Viktor Orban aveva tentato di liberare le strade dai clochard con un intervento repressivo, ma la Corte costituzionale glielo impedì. Questa volta, ha modificato la costituzione. Dal ministero dell’Interno si precisa che la norma è soprattutto nell’interesse dei senzatetto, per i quali sono stati creati centri di accoglienza con oltre settecento posti, allo scopo di sottrarli ai rigori climatici.

Una tesi che non convince il mondo delle associazioni, che ha protestato davanti alla sede del Parlamento. Sebbene manchino dati ufficiali, si stima che a Budapest i clochard siano almeno 4000 e addirittura 30mila in tutta l’Ungheria.