ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il governo Letta affronta il voto di fiducia. Nuovi contatti tra Berlusconi e la fronda dissidente

Lettura in corso:

Il governo Letta affronta il voto di fiducia. Nuovi contatti tra Berlusconi e la fronda dissidente

Dimensioni di testo Aa Aa

È il giorno della verità per il governo Letta. Oggi si voltano le carte che decreteranno se l’esecutivo ha un futuro o meno.
Alle 9.30 è previsto al Senato l’intervento del premier per chiedere la fiducia. Nel pomeriggio si esprimerà la Camera.

A poche ore dal voto restano le incognite sul numero reale di dissidenti all’interno del Pdl mentre dai vertici fedeli a Berlusconi è stata ribadita la bocciatura al governo.

“Il punto è che Berlusconi – sottolinea Francesco Anghelone, analista politico – sta combattendo una battaglia che è fondamentalmente personale per la questione della sua decadenza dal Senato. Altri ministri, in primis Alfano e soprattutto i piú giovani del suo partito non sono convinti di seguire questa strada perché temono che non sia capita dall’elettorato e temono che nuove elezioni portino a una sconfitta del Pdl”.

Per tutta la giornata alla residenza romana del Cavaliere è stato un via vai di incontri. L’ultimo nella notte con Angelino Alfano, a capo della fronda per sostenere Letta. Dalla sua parte ci sarebbero dai venti ai quaranta senatori. Ma i contatti non sono conclusi. Un nuovo round tra Berlusconi e Alfano sarebbe previsto per questa mattina.