ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La leggerezza britannica veste Parigi

Lettura in corso:

La leggerezza britannica veste Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

In mezzo al dorato parterre del suo show non manca il papà Paul. Dopo gli arrivi di rango inzia la vera sfilata firmata da Stella McCartney a Parigi.

Disinvolta, leggera, adeguatamente seducente la ragazza McCartney indossa il pizzo in modo sportivo e lo alterna a tailleur pantaloni di fluida seta blu e a completi minimal-chic tanto inglesi.

La figlia del Paul dei Beatles ha fatto strada nel regno della moda giovane perchè ha saputo unire con disinvoltura attitudine sportiva e femminilità.

Tanti gli abiti in fantasie di pizzo, i colori vanno dal ruggine al nero, il rosa il blu.

Stella McCartney, stilista:
“(la collezione) Riguarda molto la stagione estiva, proprio per celebrarla e per celebrare la donna Stella e il suo mondo. L’idea è stata per un approccio chiaro per quello che lei è e con l’intenzione di spingerla verso l’alto verso qualcosa di nuovo”.

Non mancano comunque vari tipi di effetti per questa moda sportiva sbrazzina ma decisa.

S’ispira al giardino inglese la collezione primavera estate che Elie Saab ha mandato in passerella a Parigi.

Elie Saab/Designer: “La chiamiamo la collezione del “giardino ornato” perchè ho pensato a un giardino inglese in cui ci sono la buganvillea, la magnolia, le rose. Cosi’ abbiamo scelto la tavolozza della collezione”.

Camelia, buganvillea, smeraldo sono i colori della tenerezza che si adattano ai capi di un guardaroba vestito di leggerezza e del mistero di un giardino nordeuropeo a mezzanotte.

E tuttavia la grazia floreale delle modelle si veste di splendore e di luce con una moda prêt à porter se non audace almeno solida nei tagli e nelle rifiniture.

Anche le trasparenze sono adeguate, forse non sexy ma intriganti, insomma lo spirito è quello del raso nero e desiderio.