ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cerimonia del Premio Nansen. Il riconoscimento a suor Angelique, la "mamma" dei rifugiati".

Lettura in corso:

Cerimonia del Premio Nansen. Il riconoscimento a suor Angelique, la "mamma" dei rifugiati".

Dimensioni di testo Aa Aa

Una serata speciale e carica di significato. Ieri sera a Ginevra, si è tenuta la cerimonia del Premio Nansen per i Rifugiati, che quest’anno l’Onu ha assegnato a suor Angelique Namaika per il suo lavoro in favore dei sopravvissuti alle violenze nella Repubblica Democratica del Congo.

“Questo premio non è solo per me, ha detto sour Angélique, ma per tutte le donne, le bambine e i bambini che sono stati rapiti dall’Esercito di Resistenza del Signore, il gruppo armato di matrice cristiana. Grazie al loro coraggio, non mi stancherò mai di fare quello che faccio per dare loro l’opportunità di una nuova vita”.

Suor Angélique, attraverso il suo “Centro per la reintegrazione e lo sviluppo” a Dungu, ha contribuito a cambiare la vita di più di 2 mila donne costrette a lasciare le loro case, vittime di abusi e lavori forzati, per mano dei guerriglieri dell’LRA. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, dal 2008 sono circa 320 mila le persone costrette a scappare dalla provincia orientale del paese.