ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq sull'orlo della guerra civile, ondata di attentati a Baghdad

Lettura in corso:

Iraq sull'orlo della guerra civile, ondata di attentati a Baghdad

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi siriana trascina l’Iraq nell’anticamera della guerra civile. L’esplosione coordinata di 14 autobomba a Baghdad ha provocato almeno 60 vittime e oltre cento feriti in diverse aree a maggioranza sciita. Le automobili imbottite di esplosivo sono saltate in aria in nove quartieri della capitale irachena, gli obiettivi: luoghi pubblici come mercati e parcheggi.

Le violenze interreligiose tra sciiti e sunniti si sono moltiplicate in Iraq dopo l’attacco dell’esercito a un raduno sunnita nei pressi di Kirkuk in cui morirono decine di persone. La strage portò alle dimissioni di due ministri sunniti dal governo guidato dallo sciita Nuri al-Maliki.

Il conflitto siriano, inoltre, vede sciiti – pro Assad – e sunniti su due fronti opposti e tanti iracheni hanno attraversato il confine per combattere la guerra civile.

Una contrapposizione che non risparmia neanche il Kurdistan iracheno, dove l’ultimo attentato risaliva al 2007. Questa domenica, ad Arbil, le esplosioni di 4 autobomba hanno provocato 6 vittime e 36 feriti. L’ttacco arriva all’indomani delle elezioni locali che hanno visto la sconfitta dei partiti islamici.

In Iraq la violenza interreligiosa ha provocato 800 morti nel solo mese di settembre, oltre 6000 dall’inizio dell’anno.