ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: Obama rassicura Netanyahu, USA mantengono pressione

Lettura in corso:

Iran: Obama rassicura Netanyahu, USA mantengono pressione

Dimensioni di testo Aa Aa

Benjamin Netanyahu chiede a Barack Obama di mantenere la pressione sull’Iran: il premier israeliano si è intrattenuto con il Presidente degli Stati uniti sul tema del nucleare, sul quale Teheran sembra dare segni di apertura.
Obama ha rassicurato l’alleato israeliano sul fatto che la posizione americana non sia destinata a cambiare, e sulle dichiarazioni del neo-Presidente iraniano è cauto:

“È chiaro che le parole non sono sufficienti, servono azioni concrete che diano fiducia alla comunità internazionale sul fatto che stiano davvero rispettando pienamente i loro obblighi internazionali e che non siano in posizione di dotarsi dell’arma atomica”.

“Penso che a spingere l’Iran verso il tavolo del negoziato sia stata la combinazione di una credibile minaccia militare e le sanzioni. E penso che perché la diplomazia possa lavorare serve mantenere quelle sanzioni”, ha ribadito Netanyahu.

Secondo Israele, le aperture del presidente iraniano, Hassan Rohani, potrebbero essere un semplice tentativo di guadagnar tempo. Appena tre giorni fa si era tenuto uno storico colloquio telefonico tra il presidente iraniano e Barack Obama. Rohani ha recentemente promesso la presentazione di un piano, in vista della ripresa dei negoziati con i cinque più uno a Ginevra il 15 ottobre.

Il cambiamento nel linguaggio c‘è in Iran, ma è per ora solo una scelta istituzionale: i pasdaran hanno manifestato contro il “grande Satana” americano, e indirettamente contro il presidente Rohani e le sue apparenti aperture.