ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attenti all'uomo nudo!

Lettura in corso:

Attenti all'uomo nudo!

Dimensioni di testo Aa Aa

“Il museo d’Orsay informa i signori turisti che alcune opere esposte in mostra possono urtare la sensibilità dei visitatori piu’ giovani” : cosi’ uno dei piu’ chic musei parigini introduce il pubblico alla mostra “Il nudo maschile nell’arte dal 1800 ai nostri giorni”. Il corpo maschile nudo
è stato per molto tempo il fondamento della formazione accademica dal Seicento all’Ottocento, e costituisce una linea di forza della creazione in Occidente.

GUY COGEVAL, DIRETTORE DEL MUSEO D’ORSAY:
“La bellezza maschile genera imbarazzo, è noto. Attraversando il Museo d’Orsay in tante aree notate le bellezze femminili che trionfano, occupano intere sale, ma di nudi maschili non ne avete cosi’ tanti”.

Affidandosi alla ricchezza del proprio fondo, e delle collezioni pubbliche francesi, la mostra approfondisce una logica che è al tempo stesso interpretativa, ludica, sociologica e filosofica declinando tutte le dimensioni e i significati della nudità maschile artistica.

OPHELIE FERLIER, CURATORE:
“Si tratta di un corpo idealizzato , non è il corpo di un uomo in paricolare, ma il corpo idealizzato che incarna i valori universali e questo spiega veramente l’interesse per il nudo maschile”.

Il fatto che nessuna mostra si sia prefissata di rimettere in prospettiva la rappresentazione dell’uomo nudo per un lungo periodo della storia prima del Leopold Museum di Vienna nell’autunno del 2012 è più che significativo. La mostra parigina chiude il 2 gennaio del 2014.